Fermer

LE RICETTE TOSCANE SERVITE A VILLA LE BARONE

Calendar

LE RICETTE TOSCANE SERVITE A VILLA LE BARONE

Villa Le Barone offre sia a pranzo (snack leggeri) che per le sue cene tipiche toscane, delle ricette realizzate con dei prodotti di stagione, locali e freschi. Il manzo proviene dal nostro allevamento e l’olio di oliva extra vergine dal parco proprio di Villa Le Barone.
Su richiesta, le nostre ricette possono essere realizzate senza glutine.

 La cena è composta da :

= un buffet di antipasti Toscani ( servizio libero)
= una scelta tra diversi primi piatti ( pasta e zuppe)
= una scelta tra tre piatti principali  ( di cui uno vegetariano)
= un buffet di formaggi ( servizio libero)
= una scelta di desserts (dessert del giorno, gelati con dei sorbetti artigianali, cestino di frutta di stagione, Vinsanto).

Qualche ricetta tipica della cena:

Gnocchi con pesto di rucola e pomodorini ciliegini
: Questa ricetta gustosa è una variante del classico pesto, realizzato solamente con il basilico. Potete preparare il pesto di rucola senza ricotta se amate il gusto un po’ forte della rucola, ma l’aggiunta della ricotta lo rende più “dolce”.

Prepazione del pesto: mettere la rucola, un pò di basilico e il sale nel mortaio. Pestare finemente. Aggiungere aglio e pinoli. Mettere tutti gli ingredienti nel mortaio e pestare , aggiungere gradualmente l’olio di oliva  fino al completo assorbimento. Alla fine, aggiungere la ricotta, il parmigiano e i pomodorini.

Cuocere gli gnocchi di patate lasciandoli cadere nell’acqua bollente salata (sono cotti quando vengono a galla in superficie).

Mescolare il pesto con gli gnocchi e un po’ di burro fresco ( questo pesto può essere utilizzato anche per condire la pasta). Servire caldo.

Peposo : La leggenda vuole che Brunelleschi, l’inventore del « Peposo » lo cucinasse nello stesso forno dove cuoceva i mattoni che utilizzava per il Duomo di Firenze..

Prendete un pezzo di carne di manzo adatta per fare il ragù, molto magro, di preferenza la parte della coda. Tagliarla in grossi pezzi. Mettere la carne, l’aglio e uno o due pomodori in una grossa terrina, salare e aggiungere un cucchiaio da minestra pieno di pepe macinato. Coprire completamente con dell’acqua fredda. Mettere il coperchio e infornare a 180°C, forno precedentemente riscaldato. Fare cuocere per circa due ore, controllando che la carne non si secchi troppo, in questo caso aggiungere un pò di acqua tiepida. Alla fine aggiungere qualche grano di pepe  e un po’ di olio di oliva. La carne deve risultare molto tenera e la salsa ritirata e densa.(Possiamo anche cuocere il Peposo a fuoco basso in una casseruola sul fornello).

Ribollita : La cucina Toscana tradizionale è fatta con dei  prodotti semplici ma gustosi, non si butta niente ! La ribollita ne è un esempio molto valido.

Tagliare a dadini cipolle rosse, carote, una o due coste di sedano e del prezzemolo. Fare soffriggere tutto con l’olio di oliva. Aggiungere passata di pomodoro, la quantità varia a seconda del gusto personale. Aggiungere dell’acqua e fare cuocere con delle foglie di cavolo, patate e zucchine a dadini.Aggiungere i fagioli precedentemente messi a mollo per tutta la notte.

Fare bollire il tutto per circa 40 minuti. Salare e pepare.

Affettare il pane fermo e metterlo in strati sottili nel piatto. Versare la zuppa sul pane.

> Tornare a Cucina e Vini Toscani